Trama "Dragoncelli di fuoco"

E' una sorta di giallo in chiave surreale-gastronomica.

È la storia di un cuoco napoletano di fama mondiale, Peplo Palatone, che vuole vincere il “Grembiule di platino”, sorta di concorso gastronomico prestigiosissimo a cui partecipano i più grandi cuochi del mondo. Per essere sicuro non solo di vincere, ma di chiudere la sua grande e spettacolare carriera con un piatto straordinario, con l’aiuto del fido aiutante Fofò, Peplo Palatone organizza una grande cena invitando alcuni dei più temuti critici gastronomici, a cui servirà il grande piatto di cui ormai tutti parlano: i "Dragoncelli di fuoco" appunto, antica pietanza egizia portatrice di una maledizione che condanna alla morte entro la mezzanotte il cuoco che la cucina.

La storia è ambientata quasi interamente nella grande casa del signor Palatone, dove cinque critici (Anphigonia, Ludovico, Toni, Valerie e Carlos da Silva) e un killer (Santo), incaricato da altri cuochi invidiosi di eliminare Palatone e che si spaccia anch’egli per un noto critico gastronomico (tale Jerry Trottola), aspettano l’ora fatidica della cena a base dell’attesissima vivanda, intrattenuti dal maggiordomo Otello e dalle due cameriere: Ics e Ypsilon.

 

you are here: Home "Dragoncelli di fuoco" di Paolo Sorrentino